Allora ditelo…

I vivisettori tornano all’attacco, postano video di colleghi minacciati da fantomatici animalisti (Caterina ormai l’hanno spremuta come un limone, non fa più notizia) quindi servono altre bugie da lanciare ai media, dando per scontato che la rivendicazione dei volantini con le facce e indirizzi dei loro colleghi emeriti sconosciuti anche al barista della facoltà, siano state rivendicate da ALF, quando anche il fornaio sotto casa mia potrebbe averlo fatto anonimamente…

La rivendicazione nel sito straniero, per puro caso, è stata fatta con larghissimo ritardo, forse l’eco mediatico e moltissimi dubbi che NON  ho avuto solo io, da parte dei media sulla paternità del fatto, non hanno dato l’effetto sperato ai sadici del camice bianco? La rivendicazione arriva, sempre per caso ovviamente, dopo che Vittoria Michela Brambilla ha dato una sonora sculacciata a questi soggetti in diretta nel salotto di mediaset…

Potranno prendere in giro chi continuerà a cascare nei loro sacchi, del resto da umani che godono nel seviziare un animale vivo, mi aspetto scorrettezze all’infinito… non dimentichiamo che ultimamente fanno comunella con i cacciatori, tra i principali bastardi della razza umana, vigliacchi che al 90% hanno superato da anni l’età pensionabile, armati fino ai denti che spesso e volentieri (causa sbevazzamento esagerato) si ammazzano (per fortuna e mai abbastanza) tra di loro…

Un angelo liberatore non si sognerebbe mai di affiggere i volantini con quei contenuti con il rischio di essere beccato, al massimo lo potrebbe fare pubblicando i dati in un sito anonimo oltreoceano, ma.. quell’azione è stata sicuramente compiuta da un notevole numero di persone e chi sarebbe l’animalista pazzo che si fida di almeno un’altra decina di militanti che potrebbero cantare (per vantarsi) anche con il benzinaio? Non aggiungo altro, sfruttando al midollo quella povera malata hanno raggiunto il top, ma ora e lo ripeto, stanno esagerando.

Confido nelle indagini dell’autorità competente, questa storia puzza di marcio fin dall’inizio… strategicamente un’azione di quel tipo, fatta tra l’altro in questo periodo, non aveva alcun senso per la causa animalista, anche la più radicale, per i vivisettori invece, ne aveva molto, hanno fatto e stanno facendo carte false per ricevere consensi del popolino (sfruttare i malati è uno dei peggiori crimini che questi infami potessero fare), i loro misfatti, condannati anche da personaggi illustri come Einstein (tanto per citare un esempio), prima o poi finiranno e di sicuro non con azioni come quella dei volantini di Milano.

Paolo Mocavero

“Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni”.(Albert Einstein)