Ci hanno segnalato l’ennesimo articolo fake del fenomeno di Udine, tale Vittorio Tomaso Azzano, il quale sulla sua fantomatica rivista di caccia online (non registrata al tribunale, nonostante da anni ormai in rete), ha scritto che tale Elisa è stata minacciata dagli Animalisti perchè sarà presente alla fiera della caccia di Vicenza.

Dopo aver fatto una breve ricerca sulla pagina e profilo di questa cacciatrice, non vi sono commenti di Animalisti o di minacce. In parole povere, il noto bufalaro di Udine ancora una volta ha trovato una scusa per menzionare Centopercentoanimalisti, che anche quest’anno con i suoi Militanti saranno presenti per urlare di tutto e di più ai cacciatori che avranno la sfortuna di incontrarli.

Infine, cogliamo occasione per ribadire che della presenza di questa Elisa non ce ne può fregare una emerita ceppazza, una ragazzina che va a caccia si commenta da sola, anzi, ci chiediamo quando spara se si deve girare leggermente a destra o sinistra per centrare l’obiettivo.

La società di Vittorio Tomaso Azzano che gestisce la “rivista” farlocca è la 1IT.IT srl, l’amministratore unico è un settantenne (che fatalità), tale Azzano Antonio che ha compiuto gli anni lo scorso 8 dicembre, residente a Udine che NON ha nemmeno una quota (strano eh?), i soci invece sono due, tale Ferrari Luca residente a Luino (Varese) con il 90% e tale Bentivoglio Vittorio residente a Mordano (Bologna) con il 10%

Quello sotto è Vittorio Tomaso Azzano con la passione della pesca agli Squali oltre che della caccia