22 ottobre 2017 – La vittima si chiamava Roberto Viale, 58enne titolare di un’agenzia di pratiche auto residente a Diano Marino. L’uomo, che si trovava nel bosco per cercare funghi e castagne, è morto sul colpo sotto gli occhi della compagna.
Ammazzato per sbaglio da un cacciatore che, nel tentativo di prendere il cinghiale che stava braccando, ha sparato un colpo di fucile, uccidendo un cercatore di funchi sul colpo, sotto gli occhi della compagna. La vittima del tragico incidente è Roberto Viale – 58enne residente a Diano Marina e titolare di un’agenzia di pratiche auto e assicurative  – che si trovava nel bosco in località Principi a Bardineto, provincia di Savona, per una breve scampagnata in cerca di funghi e castagne insieme alla compagna. Secondo quanto si apprende da una inizale ricostruzione, l’uomo sarebbe stato ucciso per sbaglio da un cacciatore di 25 anni che avrebbe sparato il colpo di fucile a una distanza di circa 20 vetri.
 
Il colpo di fucile ha mancato l’animale ma, per effetto di uno strano rimbalzo, ha preso in pieno petto Viale, che si trovava a circa 70 metri di distanza dal cacciatore venticinquenne. Il 58enne è morto sul colpo, nonostante i tempestivi soccorsi allertati dalla compagna, i medici giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Al venticinquenne, che è stato denunciato per omicidio colposo, sono stati sequestrati sia il fucile che i documenti di caccia.
Fonte: Fanpage