Padova. Entro lunedì 27 gennaio l’agente di polizia locale, che da anni è il suo conduttore, dovrà consegnare il Cane Thor alle autorità municipali. L’altra Cagnetta, Nike, è già stata tolta alla sua conduttrice. Il comune di Padova e il comandante della polizia locale si sono impuntati in questo senso.

A nulla è valsa l’opposizione dei conduttori. I Cani per i burocrati del comune sono solo “strumenti”, sono costati soldi e adesso devono rendere: poco importa se questo danneggerà irrimediabilmente l’Animale. Secondo la perizia di un veterinario presentata dal conduttore, Thor è un Cane “difficile”, in quanto è stato addestrato con metodi coercitivi, con l’uso di collare elettrico, collare a strangolo e frequenti punizioni.

Solo con il suo conduttore aveva trovato equilibrio dando e ricevendo fiducia e affetto. Toglierlo alla persona che conosce, rinchiuderlo in un canile, sottoporlo nuovamente ad addestramenti coercitivi di ricondizionamento, può alterarne negativamente il carattere, rendendolo aggressivo. E lo stress, sempre secondo la perizia, può ucciderlo nel giro di un paio di anni.  Ma questo non interessa al sindaco reggente, che vuole i Cani “in strada” nel minor tempo possibile. E toglierli ai due agenti è ormai diventata una ripicca personale, da parte del comandante dei vigili.

CENTOPECENTOANIMALISTI denuncia questa vera e propria violenza contro gli Animali, e chiede che i due Cani vengano dimessi dal servizio e ceduti ai loro conduttori, come questi ultimi hanno richiesto. Nel frattempo il sindaco si aspetti azioni di protesta, la sofferenza dei Cani non passerà sotto silenzio.

Nella “cartolina” il cane Thor in vacanza con il suo amico a due zampe.