In ottobre, a Trento si svolge il Festival dello Sport. Che sarebbe anche una cosa positiva, se non fosse che una delle passioni di molti trentini è la caccia. Di certo, è una delle “passioni” della Giunta Regionale.

Ricordiamo sempre le due Mamme Orse assassinate, e i cuccioli rimasti orfani. Ricordiamo anche che i Parchi sono stati aperti alla caccia, che le specie cacciabili, i periodi, le quantità permesse sono state aumentate; che la montagna, l’habitat degli Animali liberi, viene continuamente avvelenata e distrutta da strade, piste da sci, impianti di risalita, alberghi…. E non a caso ad aprire l’evento sarà Francesco Moser, ben noto per la sua “passione” fanatica verso la caccia.

Noi CENTOPERCENTOANIMALISTI pensiamo che le dichiarate pretese di “educazione” degli organizzatori siano solo ipocrisia, parole che coprono una realtà ben diversa: l’educazione parte dal rispetto verso la vita.

Nella notte tra il 19 e 20 settembre, militanti di Centopercentoanimalisti hanno affisso sulla recinzione del Palazzo delle Albere (dove giovedì 11 ottobre di fatto inizierà la manifestazione itinerante) striscioni eloquenti…

Il blitz