Teme siano ladri, spara e ferisce una coppia di fidanzatini

I due ragazzi si erano appartati in una stradina di campagna a San Giorgio delle Pertiche, l’uomo li ha colpiti con una fucilata: 40 giorni di prognosi per lui. Lo sparatore ha raccontato che stava tornando da una battuta di caccia alle nutrie di Silvia Bergamin

09 dicembre 2015 – SAN GIORGIO DELLE PERTICHE. Si appartano in una stradina di campagna, un residente teme siano dei ladri e spara contro l’auto, ferendo la coppia di fidanzatini. Tragedia sfiorata, ieri (martedì) sera, a San Giorgio delle Pertiche.

Un ventenne e la sua compagna sono finiti all’ospedale per le ferite riportate a seguito del colpo sparato da un uomo del posto. La prognosi per il giovanissimo è di 40 giorni, fortunatamente il malcapitato non è in pericolo di vita; la ragazza dovrà rimanere a riposo invece per 7 giorni a causa dello shock subito.

Il racconto del giovane ferito. Ecco il racconto del giovane di 21 anni che ha rischiato la vita. “Era la prima volta che ci appartavamo, non avevamo mai preso quella stradina. C’era buio, nebbia, qualche albero, non abbiamo visto case da nessuna parte. Eravamo arrivati da dieci minuti quando la mia ragazza ha visto la luce di tre, forse quattro torce, che puntavano contro la nostra auto. Ci siamo spaventati, ma Myriam non ha fatto neppure in tempo a ingranare la marcia: quegli uomini hanno iniziato a battere con i pugni contro i vetri dell’auto, cercavano di sfondare i vetri con le pile”.

Attimi di angoscia: “Lei ha iniziato a gridare per lo spavento, poi ha buttato l’occhio sullo specchietto retrovisore e ha visto uno di loro che puntava il fucile contro la macchina. Poi il colpo, non ho capito nulla, ho sentito una fitta di calore, mi sono messo una mano sulla nuca, l’ho riguardata: era piena di sangue”

La versione dello sparatore. L’altra versione, quella dello sparatore, coincide solo in parte con quella dei ragazzi. L’uomo ha raccontato ai carabinieri che stava tornando da una battuta di caccia alle nutrie, in compagnia di altri due uomini. Quando hanno visto l’auto, sono andati a bussare ai finestrini e i due occupanti hanno messo in moto per andarsene. A quel punto l’uomo ha esploso i colpi di fucile. L’episodio è accaduto poco prima delle 23.

Solo una denuncia per lesioni. E’ stato solo denunciato per lesioni (e non per tentato omicidio) l’uomo che ha sparato ai due fidanzatini. Le lesioni riportate dal giovane infatti non sono state tali da far rischiare la vita al ragazzo. In questo caso non è scattato neppure l’arresto perché non esistono le condizioni necessarie per il fermo che sono il pericolo di fuga, il pericolo di inquinamento delle prove o di reiterazione del reato. L’uomo verrà sottoposto a processo e poi sconterà l’eventuale pena decisa dal giudice.

Fonte: Il Mattino di Padova