10 marzo 2019 – Un topolino bianco ancora vivo inchiodato per la coda al tronco di un albero. Sotto una gabbia con altri due esemplari, probabilmente le prossime esche vive a cui spetta lo stesso destino. Poco distante una foto trappola pronta a immortalare il rapace che si fionderà sulle prede inermi. È questa la scena dell’orrore che qualcuno ha preparato nel parco P.A.N.E. (Parco Agricolo Nord Est), in provincia di Monza e Brianza. «Comportamenti del genere non sono accettabili – ha detto al Giornale di Monza il presidente del Parco Massimo Merati –. Il topolino è morto di stenti dopo una notte trascorsa al gelo inchiodato all’albero».