7 maggio 2018 – LARINO. Una testa di cavallo mozzata, chiusa in un sacco e abbandonata in una cunetta, vicino a un agriturismo della periferia di Larino. Questa la macabra scoperta fatta l’altro giorno, nei pressi della struttura. Abbastanza per parlare di atto intimidatorio nei confronti della titolare dell’agriturismo, vicina ai Cinque stelle, secondo il senatore del M5s Fabrizio Ortis, che in un post sulla sua pagina Facebook ha espresso la sua solidarietà nei confronti della donna. Secondo la quale l’inquietante episodio potrebbe avere un’altra lettura.

Qualcuno cioè potrebbe essersi sbarazzato della testa di cavallo, in avanzato stato di decomposizione, magari dopo una macellazione clandestina. “Posso non essere simpatica a tutti – ha detto infatti Dilma Baldassarre – ma non credo di avere nemici tali da scatenare una reazione di questo tipo”.

Ad accertare cos’è realmente accaduto i carabinieri di Larino, che sono arrivati sul posto e hanno allertato il veterinario dell’Asrem. Proteste degli ambientalisti e indignazione da parte dei residenti della zona e dei residenti del paese, per un episodio che resta, in ogni caso, inquietante. 

Fonte: Is News