Mercoledì 2 settembre i militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno tenuto il terzo presidio davanti alla casa di Rosanna Gottardo, ad Abano (Padova): non si molla la presa sugli sfruttatori di Animali! La Gottardo è implicata nelle sporca montatura che ha provocato il sequestro di Cani e Gatti ospitati nel rifugio di Emma Bertolaso, e la chiusura del rifugio, Il tutto orchestrato a scopo di propaganda di Paolo Bernini. Proprio lei, che ha costruito un canile abusivo in Sicilia, dal quale vengono deportati Cani (con staffette a pagamento).
Proprio per sapere che fine fanno questi Cani (corrono le peggiori ipotesi) continuerà l’azione di denuncia di CENTOPERCENTOANIMALISTI; finché chi ne ha il dovere non farà luce sull’intera faccenda. Alcuni Cani sono rinchiusi da soli (a detta dei vicini la Gottardo non è mai in casa) nell’appartamento: all’esterno si sentiva il loro abbaiare disperato.
Altro personaggio implicato è Monica Reato, che gestiva un canile abusivo in provincia di Adria. Gestiva, perché dopo ripetute azioni di denuncia e blitz di CENTOPERCENTOANIMALISTI, il sindaco di Adria si è deciso a inviare un’ispezione che porterà all’inevitabile chiusura della struttura abusiva. Ora la Reato piange sul web la sorte dei Cani che vengono affidati ad altri; non dice da dove venivano e soprattutto che fine avrebbero fatto, trattandosi di Animali adulti, di grossa taglia e molto difficilmente adottabili.
 
Altri personaggi sono coinvolti nella faccenda: i legali di Emma hanno già presentato diverse querele, una in particolare nei confronti di una nullafacente della provincia di Vicenza che, tramite il compagno profugo Egiziano, minacciava telefonicamente alcuni dei nostri militanti, smascherata dopo la prima telefonata.
 
CENTOPERCENTOANIMALISTI continuerà a tenere viva l’attenzione dell’opinione pubblica e delle Autorità competenti, finché tutte le responsabilità e le attività poco chiare delle persone coinvolte non saranno chiarite.
Gottardo (1) Gottardo (2)