Una dozzina di militanti di Centopercentoanimalisti sabato 27 aprile si sono presentati davanti alla mostra “robe da caccia” presso Villa Glisenti a Villa Carcina (Brescia) per contestare pacificamente il testimonial della manifestazione Roberto Baggio, ex calciatore ma tristemente noto cacciatore.

I militanti si sono limitati ad esporre striscioni anticaccia e uno striscione diretto all’ex calciatore, i cacciatori, visibilmente infastiditi, hanno iniziato ad offendere soprattutto le donne e gli attivisti ma questa volta non hanno trovato animalisti da rosario, i nostri militanti hanno ribattuto alle offese, colpo su colpo, a questo punto un cacciatore per intimidire i manifestanti si spacciato per un poliziotto in borghese (reato di millantato credito) senza esibire il tesserino che non aveva, a quel punto ha strappato un manifesto provocando la reazione degli attivisti… i cacciatori hanno iniziato a colpire con gli ombrelli, ma quando hanno capito che avrebbero avuto la peggio si sono calmati. Tuttavia, uno di loro, dopo aver sputato alle spalle contro una nostra militante ha tentato di strappare la telecamera, sempre alle spalle, ad un’altra attivista provocando un’altra rabbiosa reazione dei Centopercentoanimalisti.