Sabato pomeriggio 8 maggio, una quindicina di militanti di Centopercentoanimalisti hanno contestato dalle 16 alle 18 il circo di donna Orfei attendato a Ferrara.

Pochissimo il pubblico presente, nell’aria si respirava tanta noia e si percepiva la tristezza e il dolore dei poveri animali rinchiusi nelle gabbie dei tendone circense..

Unico momento di tensione da registrare quando dall’auto che trasportava una famiglia di Rovigotti transitando per la zona dei militanti, si sentiva una voce offenderli pesantemente.

Sicuramente l’autista non poteva prevedere la reazione dei Centopercentoanimalisti che sono saltati fuori come grilli dalle transenne per raggiungere l’auto che si era pure fermata, gli agenti delle forze dell’ordine presenti hanno evitato il peggio.

La lotta di Centopercentoanimalisti, da sempre in prima fila contro lo sfruttamento degli animali prigionieri nei tendoni circensi, continuerà.