FOLIGNO – Momenti di tensione oggi pomeriggio a Foligno, dove alcuni animalisti provenienti da tutta Italia sono scesi in strada per protestare contro il 47enne del posto ritenuto il presunto responsabile del maltrattamento e dell’uccisione di alcuni cani che aveva in passato. Le povere bestiole erano state ritrovate morte in strada, probabilmente lanciati dalla finestra, con un cucciolo anche decapitato. Della vicenda si è occupata anche la trasmissione di Italia 1 Le Iene.

La protesta Nel pomeriggio di sabato, circa 150 persone, appartenenti anche al Partito animalista europeo e al Movimento protezione animale, si sono date appuntamento a ridosso dell’ abitazione dell’ uomo per manifestare lo sdegno verso i fatti che gli vengono contestati dalla procura della Repubblica di Spoleto.

Momenti di tensione Un nutrito gruppo di agenti di polizia e carabinieri, in collaborazione con la polizia municipale, ha garantito l’ordine pubblico in via Garibaldi, in pieno centro storico. Non sono mancati, però, i momenti di tensione, come quando gli animalisti, hanno tentato di sfondare il cordone delle forze dell’ordine per raggiungere la casa del 47enne.

Fonte: la Notizia Quotidiana