Nella ormai lunga vicenda dei Cinghiali dei Colli Euganei (Padova), un’altra svolta  negativa  è stata decisa dai dirigenti dell’Ente che gestisce il Parco dei Colli.

Assassini potranno uccidere senza problemi i poveri Cinghiali, introdotti nei Colli Euganei dai cacciatori, una vecchia tattica infame per far ripopolare gli Animali e per sterminarli successivamente e  quindi soddisfare la loro sete di sangue. Tra l’altro questo in un Parco istituito, a suo tempo, proprio per difendere gli Animali e l’ambiente!

Ma chi sono i “cecchini”? Sono in realtà  cacciatori  che  potranno divertirsi ad uccidere sempre, in qualsiasi giorno, gratis. Dei bracconieri legalizzati, diciamo pure. 

Questo nuovo atto della dirigenza dell’Ente Parco è cosa gravissima, e mostra che l’intenzione è continuare nello sterminio dei Cinghiali dei Colli.  Come abbiamo già detto numerose volte, la dirigenza del parco dei coli Euganei è succube della lobby dei cacciatori.

Nella notte tra il 24 e 25 settembre, manifesti “propiziatori” e un lungo striscione diretto ai servi degli assassini, sono stati affissi dai nostri militanti sui cancelli della sede dell’ente parco dei colli Euganei ad Este (Padova). Non sono escluse altre azioni più incisive contro i responsabili dello sterminio. 

sede parco dei colli Euganei (1) sede parco dei colli Euganei (2) sede parco dei colli Euganei (3)