Zaia ha la sua base elettorale tra gli allevatori e i cacciatori, due categorie che detestiamo del pari. A loro ha fatto molti “regali”, con vari favoritismi e soprattutto con le deroghe – alle quote latte, ai periodi di caccia, alle specie cacciabili – deroghe grazie alle quali i cittadini del Veneto hanno pagato vari milioni di euro di multe comminate dalla Comunità europea.

Tutti i cittadini del Veneto, anche quelli che odiano la caccia, e sono l’82% della popolazione. Ora insiste facendo promesse elettorali che, da buon politico, sa bene che non potrà mantenere. In un recente passato si è espresso a favore del prolungamento del periodo di caccia, e dell’inclusione nel carniere degli assassini per hobby di molte specie Animali che ora sono escluse.

Ma la perla attuale è un’altra: gira voce in ambienti ben informati che, se sarà rieletto, nominerà l’ex eurodeputato Sergio Berlato ad assessore all’ambiente e alla caccia. Sarebbe veramente il colmo! Come può un cacciatore e padrino dei cacciatori tutelare l’ambiente? E gli Animali? Quando i cacciatori sono i peggiori vandali, distruttori dell’ambiente, inquinatori, sterminatori di creature innocenti!

Oltre a ciò, guardiamo lo spessore morale dell’ex europarlamentare trombato  alle ultime Europee: tutti ricordano la truffa da lui perpetrata ai danni del partito di cui era membro, quando stilò una lista fasulla di suoi “elettori”, includendovi persone che non avevano mai praticato caccia o pesca, altri addirittura contrari, e perfino persone defunte! Tutto questo ci porta a prevedere che la propensione verso i cacciatori, e soprattutto la nomina di Berlato, faranno perdere a Zaia più voti di quanti ne possano portare. I Veneti sono pazienti, ma non sono stupidi.

Nella notte tra il 4 e 5 marzo, militanti di Centopercentoanimalisti hanno tappezzato la sede della Lega Nord di Treviso in via Fontane a Villorba, con locandine adesive che ritraggono Zaia e il trombato butterato di Santorso mentre ostenta soddisfazione e orgoglio facendosi immortalare con i poveri Animali indifesi che hanno avuto la sfortuna di incontrare lui e il suo fucile. 

Centopercentoanimalisti con il blitz notturno, ha “inaugurato” la campagna di boicottaggio contro Zaia e i suoi compari. Chi voterà per questi figuri di fatto supporterà lo sterminio di Animali innocenti.

 La locandina

Zaia (1)

Il blitz

Zaia (2) Zaia (3) Zaia (4) Zaia (5) Zaia (6) Zaia (7)