9 luglio 2016 – Gli hanno strappato via tutti i denti e rotto un polso. È quanto è accaduto a una scimmietta in Thailandia che veniva lasciata alla mercé dei turisti che così potevano scattare foto senza essere morsi

Un piccolo Loris lento della Sonda, una specie di primate che vive in Thailandia, è stato brutalmente deturpato solo per il diletto dei turisti che passavano nella zona. Infatti, gli sono stati strappati i denti e anche un polso era rotto. In questo modo il piccolo era inoffensivo e chiunque si avvicinava poteva tranquillamente scattarsi un selfie con lui.

Come scrive il sito The Dodo, all’inizio di questa settimana, la Wildlife Friends Foundation Thailandia (Wfft), l’organizzazione che si occupa dei salvataggi di animali selvaggi, ha ricevuto una chiamata circa un Loris lento che è stato consegnato a un gruppo di soccorso dopo che un passante l’aveva trovato su una spiaggia. L’animale, che è stato poi chiamato Boris, era coperto di zecche e il suo polso era spezzato. Ma, forse, cosa ancora più crudele, era stato privato dei denti, a quanto pare strappati via con delle pinze, per evitare che potesse fare male a qualcuno mordendolo.

Infatti, per via del loro aspetto così dolce e dei loro occhioni grandi,queste scimmiette sono molto richieste sia come animali domestici che come attrazioni turistiche esotiche, sia in Thailandia che a livello internazionale. Ma i loro denti sono molto affilati. Di conseguenza, bracconieri e commercianti sono soliti estirparglieli, solo per trasformarli in indifesi orsacchiotti. Boris era a Chaweng Beach, sull’isola di Koh Samui: “Bisogna far sapere a chi viaggia che gli animali che vedono nei poli turistici passano una vita di abusi – hanno detto i responsabili del Wwft – per loro è un ricordo, ma per quelle creature significa maltrattamenti e morte”.

Fonte: Valeria Marucci – Velvet Pets 

scimmia-1 scimmia-2 scimmia