Amava i serpenti sopra ogni cosa e voleva che anche gli altri iniziassero ad amarli, a sconfiggere perlomeno la paura verso questi animali. L’esperto di rettili Dieter Zorn viaggiava da oltre trent’anni in giro per il mondo con la moglie Uschi. Sul palco c’erano ogni volta i suoi serpenti, i coccodrilli, i pitoni, gli scorpioni e le tarantole. Esibizioni sempre piene di pubblico e con tanti bambini e scolaresche ad applaudire. Martedì scorso, il 53enne di origini tedesche è stato morso da un aspide proprio durante uno dei suoi show nel sud della Francia. I soccorsi sono arrivati troppo tardi, il cuore di Zorn ha smesso di battere pochi minuti dopo l’incidente.

MORSO LETALE – L’uomo dei serpenti si trovava nel paesino di Faugères quando, durante il suo spettacolo chiamato «Reptiles Show», è stato morso ripetutamente da una vipera. Come riporta il sito Midi Libre, l’erpetologo ha fatto ancora in tempo a mettere l’aspide al sicuro nella sua gabbia prima di crollare a terra. I soccorritori non hanno però potuto salvargli la vita: il 53enne è deceduto per un arresto cardiaco. Ironia della sorte, sulla sua pagina Web Dieter Zorn aveva pubblicato anche una personale guida al primo soccorso in caso di morsi da serpente. Molte le frasi di condoglianze postate sulla sua pagina Facebook: «Grazie per quello che hai fatto. Gli animali hanno bisogno di persone come te».

Elmar Burchia

Fonte: corriere della sera