Noi di Centopercentoanimalisti siamo fatti così, attendiamo pazienti sulla riva del fiume. Nel 2015 il leader di Centopercentoanimalisti Paolo Mocavero e il leader del Fronte Animalista Roberto Serafin, vennero condannati anche in appello dal giudice di pace di Belluno, per aver offeso l’europarlamentare Sergio Berlato e Cristina Caretta durante una manifestazione contro la fiera della caccia a Longarone (BL).

Gli Animalisti fecero ricorso in cassazione, ma sembra che non ce ne sia stato bisogno. Oggi l’avvocato Marco Cinetto del foro di Padova ha ricevuto la notifica da parte del tribunale di Belluno sulla questione: il Giudice ha deciso di REVOCARE la sentenza perchè il fatto non è più previsto dalla legge come reato.

Paolo Mocavero ha così commentato la notizia “ancora una volta Berlato perde fantozzianamente contro il sottoscritto, eppure aveva ostentato tanta sicurezza all’epoca della sentenza in appello, parlava di risarcimenti, di multe, una condanna ridicola (800 euro di multa) spacciata come la condanna di Vallanzasca, con i boccaloni al seguito. Oggi si trova con un ramo di fichi secchi da rosicare, senza i fichi. Se dopo penso che ha speso pure soldi per fare questa ennesima figurina, ed era presente a Belluno il giorno della condanna in appello, non smetto più di ridere”

Le varie pontificazioni di Berlato dopo la condanna in appello (ORA REVOCATA) 

Berlato ostentava sicurezza sul sito di Big Hunter. Parlava LUI di “ignoranza”… andata maluccio, vero  Sergino? Parlaci della “irrevocabilità”… da uno a mille, chi sono i “poveracci”? Ma soprattutto, quelli che ti credono ancora, come sono messi?