La giunta comunale di Vigodarzere ha emesso una ordinanza  che prevede l’allontanamento di tre asinelli e due caprette da compagnia (salvati dal macello) di proprietà del signor Matteo. Gli animali non possono essere macellati (e ci mancherebbe) devono per forza essere soppressi provocando un dolore enorme a chi li ha salvati dalla morte in precedenza.

I veterinari locali hanno detto che gli animali sono tenuti benissimo e tutte le norme per accudirli sono in regola, tuttavia, al sindaco Vezzaro la cosa non basta.

Dopo il blitz della scorsa notte, Centopercentoanimalisti organizza un presidio di solidarietà a favore degli animali di Matteo per sabato 25 ottobre dalle 16 alle 18. Tutti possono partecipare, anche con i loro pelosoni, non ci saranno megafoni o fumogeni, il presidio è pacifico e sarà un’occasione per tutti, non solo per gli animalisti, per impedire che queste creature vengano soppresse.

Il sindaco (che ci legge, e non solo lui) faccia marcia indietro e dimostri di essere una persona sensibile. In caso contrario, oltre ad altre azioni da parte nostra, il 4 novembre, data di scadenza dell’ordinanza, faremo un muro davanti all’ingresso del prato,  per impedire la soppressione degli animali. 

Ora godetevi questi filmati e foto e ci vediamo sabato 25 ottobre in via Capitello, 28 a Vigodarzere davanti al negozio di coppe e trofei alle ore 15.45

 

 

animali  (1) animali  (2) animali  (3) animali  (4) animali  (5)