A Pasqua giovani atleti di 19 nazioni si sfideranno a calcio, nel Torneo Internazionale Città della Pace. Iniziativa buona, se non fosse che l’evento ha luogo a Rovereto, vicino a Trento; ed è patrocinato dalla Regione Trentino.

Una regione che prove di pace ne ha date ben poche, di recente, nei confronti degli Animali. L’apertura alla caccia nei Parchi, la deroga a cacciare specie protette, L’ASSASSINIO DELLE DUE MAMME ORSE, ora la campagna isterica contro i Lupi supportata da un ex scalatore venduto: tutto questo si aggiunge alla quotidiana distruzione dell’ambiente montano, per creare piste da sci, impianti di risalita, strade, alberghi, cioè tutto ciò che dà lucro togliendo agli Animali liberi gli ultimi, già esigui, spazi rimasti.

Quindi parlare di pace in una regione dove è in corso una guerra contro esseri viventi e senzienti è pura ipocrisia. Che pace può esserci nel territorio che ha la maggior percentuale di cacciatori?

 ”LO SPORT NON CANCELLA L’ODORE”, e per ricordarlo, nella notte tra il 28 e 29 marzo, militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI hanno affisso manifesti ironici contro la caccia e altri per ricordare Daniza e KJ2  sulla recinzione dello stadio “Quercia” a Rovereto (Trento).

Il blitz allo stadio “Quercia” di Rovereto

 Stadio Rovereto (1) Stadio Rovereto (3) Stadio Rovereto (4) Stadio Rovereto (5) Stadio Rovereto (2)

Il video del Blitz