PICCOLA PARENTESI. Oggi per gli Animali e gli Animalisti è stata una giornata di lutto. A Spinea alcuni bastardi si sono introdotti all’interno di un’OASI per Animali salvati ed hanno ucciso con una crudeltà inaudita oltre cento creature innocenti. L’azione e il messaggio che gli autori del vile gesto hanno voluto dare al gestore dell’oasi è senza troppi giri di parole, di stampo mafioso.

Questa parentesi con articolo che segue  è stata fatta per non crearne un altro, solo per questo motivo,  il nostro sito inizia ad avere troppo “peso” quindi ogni collegamento è puramente casuale. Chiusa la parentesi.

Esiste da tempo una associazione no profit, denominata ekoclub. All’apparenza il sito, lo stile, le immagini, i testi, potrebbero ingannare il visitatore sprovveduto. Questa associazione non è altro che un trucchetto per coprire il suo vero scopo: promuovere la caccia nelle scuole e ovunque con la scusa dell’ambiente. Il loro fiore all’occhiello è l’OASI di Cannaviè. A onor del vero alcuni Animalisti avevano denunciato da tempo l’esistenza di questa no profit, ma evidentemente con scarsi risultati dato che molti di voi cascheranno dal pero leggendo il resto.

Chi è il presidente di questa associazione? Tale Fabio Massimo Cantarelli, cacciatore, membro effettivo di federcaccia http://www.ladeadellacaccia.it/index.php/cantarelli-nuovo-presidente-di-ekoclub-2010-5376/ di recente indagato dalla procura di Parma per bancarotta fraudolenta, come riporta Repubblica http://parma.repubblica.it/cronaca/2014/12/16/news/consorzio_agrario_indagine_per_bancarotta_fraudolenta-103005148/?refresh_ce ovviamente non si può trattare di un caso di omonimia, come riporta la Gazzetta di Parma http://www.gazzettadiparma.it/news/parma/37602/Cantarelli-lascia-il-Consorzio-agrario.html

Per chi se lo fosse perso, nel 2011 la mia casa fu perquisita per oltre cinque ore con relativi sequestri di ogni genere, pennarelli compresi (!) dietro a quel provvedimento c’era la “mano” di federcaccia, che non solo non si è costituita parte civile al processo durato cinque anni concluso lo scorso 5 maggio, ma ha pure perso di brutto con la mia assoluzione perchè i fatti non sussistono http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2016/05/07/news/raid-con-spray-a-federcaccia-assolto-paolo-mocavero-1.13430961

La perquisizione e il processo da affrontare, il più duro della mia storia, non fermarono la mia lotta contro i cacciatori, anzi, la mia abitazione negli ultimi anni è stata perquisita altre due volte con altre “scuse” sempre “promosse”  dai cacciatori.  Ma come vedete, sono ancora qua. 

Meditate su tutto quello che ho scritto. 

Paolo Mocavero responsabile Movimento Centopercentoanimalisti 

 

Alcune “iniziative” di ekoclub

  ekoclub Fabio Massimo Cantarelli (2)   

ekoclub Fabio Massimo Cantarelli (1)