Il Tribunale Penale di Padova in composizione monocratica, Giudice dott.ssa De Nardus, ha condannato Mocavero Paolo, per il reato di diffamazione a mezzo internet perché, nella sua qualità di gestore del sito, internet della associazione 100% animalisti, pubblicando a corredo della notizia “Lascorsa notte i nostri attivisti hanno tappezzato simbolicamente i distributori di latte di Cittadella (Padova) paese con i peggiori allevamenti intensivi della Provincia di Padova”, alcune foto ritraenti dei volantini riportanti le frasi “latte rosso sangue…pensaci prima di bere latte. Dietro ad esso si nascondono sofferenze e crudeltà”, affissi il 26 marzo 2008 da esponenti del gruppo animalista 100% animalisti presso il distributore pubblico di latte della “società agricola Gallio” di Cittadella, offendevano la reputazione di quest’ultima (questo il capo di imputazione).

Una condanna a due mesi di reclusione per il gestore del sito contro le richieste della difesa (avv. Marco Cinetto e dott.ssa Gabriella Teta del Foro di Padova) che avevano sostenuto l’assoluzione per esercizio del diritto di critica della associazione volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sofferenza degli animali allevati e sfruttati intensivamente, su un consumo responsabile dei prodotti caseari e per buone pratiche di marketing a garanzia della qualità del prodotto. La difesa si è espressa contro le modalità intensive degli allevamenti degli animali e di produzione di latte senza badare a principi di etica e di educazione alimentare facendo leva sulla sensibilità sociale attuale, sulle sentenze e le normative che tengono in considerazione la necessità di allevare e sfruttare gli animali assicurando il miglior benessere dell’animale.

La sentenza verrà appellata per far valere il diritto di poter esercitare liberamente il diritto di informare e criticare determinate pratiche di allevamento ancora in atto in molte parti della Provincia di Padova.