Come abbiamo più volte detto in modo chiaro, se riteniamo i circensi (dei circhi con Animali) colpevoli per le sofferenze inflitte agli Animali privati della libertà, sfruttati e sottoposti a violenze, ancor più riteniamo da biasimare gli spettatori: quella massa di beoti che pagando il biglietto contribuiscono a tenere in vita questo “spettacolo” ormai fuori dal tempo. E, in particolare, quelli che vi portano i figli: il circo è ritenuto da psicologi e pedagogisti un evento traumatico e negativo per i piccoli, e del tutto diseducativo.

 A loro è indirizzata la locandina affissa dai militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI a Padova, dove è attendato il Circo Americano. Poche parole, ma molto esplicite, che anche gli individui più ignoranti e insensibili sono in grado di capire.

 Nella notte tra il 26 e il 27 novembre, i nostri militanti hanno “oscurato” gran parte dei cartelloni pubblicitari dei circensi affissi in città, inoltre è stata aperta la “caccia” con “oscuramento” anche ai negozi “complici” (nel centro città) che permettono ai circensi di affiggere le locandine promozionali sulle loro vetrine, per fortuna da questo punto di vista gli esercenti Padovani hanno dimostrato sensibilità, nessun negozio infatti è stato trovato in fallo… infine, non contenti, i nostri militanti si sono recati in corso Australia (luogo dove si attenterà il circo Americano) nella speranza di incontrare qualche circense, ma niente da fare… sono stati solo lasciati alcuni biglietti da “visita” sul cancello di ingresso, in attesa del presidio caldo previsto per sabato prossimo organizzato da Centopercentoanimalisti proprio davanti al tendone, presidio di protesta regolarmente autorizzato dalla Questura di Padova.

 circo (1) circo (2) circo (3) circo (4) circo (5) circo (6) circo (7) circo (8) circo (9) circo (10) circo (11) circo (12) circo (13) circo (14)