Redazione 12 Febbraio 2015 – Strage di gatti a Perugia: bocconi killer e spunta il garage degli orrori. Strage di gatti a Perugia: bocconi killer e spunta il garage degli orrori

E’ accusato di uccisione di animali ed invasione di edifici ma resterà a piede libero nonostante abbia messo in piedi un incredibile garage degli orrori dove ha mutilato, inferto sofferenze indicibili e fatto scempio di gatti e altri animali. L’autore è un perugino di 21 anni – residente a San Sisto – che da due giorni è l’uomo più discusso sulle pagine Fb e sui social per quel suo incredibile odio e disprezzo verso animali innocenti e innocui. I carabinieri lo hanno incastrato e denunciato direttamente alla Magistratura dopo mesi di appostamenti a Castel de Piano.

Per le torture quotidiane aveva occupato abusivamente un magazzino dentro al quale i militari hanno ritrovato tutti gli strumenti per le sevizie: picconi, macete, carabine ad aria compressa, accette, forbici da giardini, coltelli, fascette in plastica, cavi elettrici, pugnali di varie dimensioni, roncole e similari, provette di uso sanitario, nastri adesivi, che riportano ancora tracce di materiali biologici di natura animale.

Sconosciute al momento le motivazioni che hanno indotto il giovane a portare avanti queste folli torture ed uccisioni, né tanto meno lui è stato in grado di fornire spiegazioni. Le indagini proseguono senza soluzione di continuità, anche al fine di individuare eventuali complici del ragazzo.

L’indagine era iniziata il 29 settembre 2014 quando i Carabinieri di Castel del Piano intervengono presso una scuola dell’infanzia del territorio dove è stata segnalata la presenza della carcassa di un cucciolo di gatto scuoiato ed appeso sulla parte superiore del cancello pedonale del plesso scolastico, fra lo sgomento e la paura di insegnanti, alunni e genitori che non credono ai lori occhi.

Fonte: Perugia Today

DSC03911-2