Premessa personale: questo cacciatore presenziava il “concorso letterario” per bambini (!) e cacciatori  all’ultima  fiera della caccia di Vicenza, hit 2015. Come foto di copertina pubblico quella che si trova in rete, una della più esplicite, il navigatore la giudichi come meglio crede.

 

Danilo Liboi, torinese di nascita e cacciatore da sempre, (prima migratorista, grande appassionato di acquatici, poi in seguito della tipica alpina e della caccia di selezione), è riuscito a far della caccia la sua vita professionale oltre che grande ed indiscussa passione. L’amore per la caccia lo fece trasferire da giovanissimo sui monti dell’Alta Valle Susa, diventati per oltre trent’anni la sua casa e il suo mondo, sempre raccontato prima sulle pagine di Sentieri di Caccia e poi di Cacciare a Palla, una sua idea concretizzata dalla CAFF Editrice che ha voluto fortemente la nascita della prima rivista in Italia dedicata alla caccia con la canna rigata.

Proprio per dare vita a questo progetto Danilo lasciò la sua professione di odontotecnico per dedicare anima e corpo a Sentieri di Caccia e Cacciare a Palla, oggi riviste leader del settore. Danilo aveva un’indiscussa competenza tecnica e una grande sensibilità, che ha sempre speso per la difesa della caccia italiana. Ora non ci resta che ricordarti tra le tue montagne dell’Alta Valle Susa.

Fonte: caccia che passione

Foto: CAFF Editrice