La rai propone la diretta del palio di Siena, uno degli “spettacoli” più indegni del mondo!

Per noi,  la morte di un Cavallo nel Palio è un vero assassinio,  preparato e organizzato. Le condizioni  in cui corrono gli Animali,  la pista, le curve, le urla della folla, il cinismo e l’incoscienza dei fantini  fanno sì che  la morte dei Cavalli sia un fatto  messo in conto, preventivato: fa parte della “festa”.

Non a caso   solo negli ultimi 40 anni sono morti solo a Siena più di 50 Cavalli, tra corse, prove, e Animali abbattuti in seguito a incidenti. Una strage, che continua  alimentata dalla  follia dei contradaioli e da chi  ricava  guadagni dall’afflusso dei turisti.

Il Palio di Siena è una manifestazione  barbara e incivile, non migliore della corrida spagnola o di altre indegne situazioni nelle quali gli Animali  vengono sfruttati e uccisi per il “divertimento”  sadico degli umani. Chi partecipa, sponsorizza, propaganda questi eventi è complice e responsabile della morte e delle sofferenze degli Animali.

Sarebbe  ora che la corsa assassina del Palio di Siena venga abolita e che la RAI smetta di trasmettere una vergogna simile!

 Nella notte tra l’8 e 9 luglio, militanti di Centopercentoanimalisti hanno affisso uno striscione di protesta sui muri del palazzo RAI di Milano.

 

rai (2) rai (3) rai (1)