Sinceramente non me l’aspettavo, eppure Michela Vittoria Brambilla l’ha veramente fatto.

Il 28 marzo scorso scrivevo nella sua pagina Facebook, chiedevo come mai non dicesse nulla sulla candidatura del cacciatore Sergio Berlato. Calma piatta. Nessuna risposta.

Alcuni giorni dopo scambiavo alcuni sms con lei, come già scritto in questo sito  nell’articolo di ieri, essendo una persona leale ribadisco che non pubblicherò gli sms, tuttavia, dato che la signora Brambilla al contrario mio, è stata sleale per i massimi con quello che ha fatto oggi e dato che non mi piace fare la figura del fesso, pubblico un  breve ma significativo passaggio di uno dei suoi sms in risposta  a una mia domanda…

IoIo non faccio il politico, tento di salvare gli animali. Candidare quel soggetto  vuol dire dare fiato in europa ai cacciatori, non ci sono scuse che tengano avete toppato di brutto. Scegliete un altro candidato se i  voti dei cacciatori VERAMENTE non vi interessano…

BrambillaPerché parli a me? Credi che io faccia le liste o abbia voce in capitolo nella scelta, o non scelta, di candidati? Sono diventata il coordinatore del partito? Forse sono stata promossa e non lo so…?

Il resto è storia…  http://www.centopercentoanimalisti.mobi/la-bruciante-sconfitta-di-berlato-la-nostra-strategia-vincente-la-forza-della-determinazione-firmata-centopercentoanimalisti/

Essendo un signore, ho messo come cartolina dell’articolo la foto migliore che ho trovato in rete del gatto e la volpe, magari è un pò taroccata, ma proprio per questo rende l’idea…

Michela Vittoria Brambilla nella sua pagina Facebook oggi, 17 aprile 2014 

vergogna