Volendo criticare Mauro Emanuel Icardi, materiale ce ne sarebbe molto. Un ragazzo troppo pagato, che ha perso il senso della realtà. Per dirne una, quando va a far shopping con la moglie (scippata al suo ex migliore amico), usa parcheggiare la Lamborghini nei posti riservati ai disabili. Tanto, per lui 250 euro di multa sono niente. Arroganza e ignoranza sono il suo stile.

Ma a noi il gossip non interessa. Ci interessa invece rilevare la noncuranza con cui indossa e ostenta indumenti con parti in pelliccia. Di Animali uccisi, questo dovrebbe saperlo perfino lui. E la moglie possiede e indossa molte pellicce. Questo per noi basta a qualificarli. Ma gli ricordiamo che la pelliccia porta sfortuna, come si è dimostrato a suo tempo quando Belen era testimonial dell’Udinese. L’Inter è una grande squadra, una delle regine indiscusse della storia del calcio Internazionale, tuttavia, non sta attraversando un buon momento e, se vogliamo dirla tutta, senza Icardi ha pure vinto domenica scorsa in casa contro il Bologna. 

Persone come lui sono, purtroppo, degli opinion maker. Troppa gente è portata ad imitarlo. Gli diciamo dunque: “VERGOGNA!”, con manifesti che i militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI, nella notte tra il 13 e 14 febbraio, hanno affisso su alcuni ingressi dello stadio Meazza a Milano. 

Il manifesto

icardi

Il video del blitz

Il blitz al “Meazza” di Milano

Meazza Milano Icardi (1) Meazza Milano Icardi (2) Meazza Milano Icardi (3) Meazza Milano Icardi (4) Meazza Milano Icardi (5) Meazza Milano Icardi (6) Meazza Milano Icardi (9) Meazza Milano Icardi (8)