“No farmers, no party”. L’agricoltura italiana si rifà il look e la Coldiretti sceglie come slogan per l’Expo un famoso spot con George Clooney. Su una parete dello stand c’è un collage di facce di agricoltori, tutti giovani e cool. Perché il futuro della Terra passa anche per un ritorno alla terra. Con un pizzico di follia.

Esempio perfetto della nouvelle vague agricola è “Lumé”, un condimento per pizza a base di carne di lumaca, lanciato durante l’Expo. L’ha inventato Massimo Boscaini, trentenne di Mantova, che già vende online polpa, antipasti e anche il salame di lumaca. Lo spunto? Innovare la tradizione. E cosa c’è di più tipico della pizza? Lumé, che fa il verso alle “escargot à la bourguignonne” francesi, è una crema di aglio, prezzemolo e lumache da spalmare sulla margherita, dopo che è stata tirata fuori dal forno.

Ma sono tante le curiosità, tra colori, odori – o meglio puzze – e “Oscar Green” per il basso impatto ambientale. Dal mais rosso alla patata viola, dai formaggi più “puzzolenti” d’Italia, e forse del mondo, ai mobili fatti con il pane di fico d’India (gli “agrimobili”). Più diffusi i detersivi biologici e i vestiti tinti in modo naturale, come un foulard marrone noce di ANNARITA BRIGANTI

Fonte: Repubblica