Mauro Corona è ospite fin troppo fisso nella trasmissione condotta da Bianca Berlinguer, Cartabianca. Corona si è creato un personaggio, a volte anche simpatico, e deve sostenerlo se vuole comparire in tv. Corona spara spesso giudizi o proposte buttate là, un giorno dice una cosa e il giorno dopo il contrario. Quindi come “opinionista” non è molto affidabile.

Nella trasmissione di martedì 26 ha detto che bisognerebbe far entrare i cacciatori nelle scuole, per educare i ragazzi all’amore verso la natura. Sarebbe facile ironizzare su cosa si potrebbe fare per educare certi anziani troppo devoti a Bacco. Ma evitiamo. Chiediamo a Corona: cosa potrebbero insegnare i cacciatori? A uccidere per sadico divertimento, a devastare la natura, a inquinare i boschi, a impedire a tutti di sentirsi al sicuro? Perché questo è la caccia, caro Corona. E se lo sbevazzone di Erto apprezza i cacciatori, vien da pensare che tutta la sua empatia verso alberi, montagna, boschi sia solo un atteggiamento.

Già tempo fa su La7 aveva denigrato i vegani. Meglio se te ne resti a Erto, a scolpire e magari mollare la fiasca in  ogni tanto.