domenica 14 ottobre 2018, Centopercentoanimalisti  torna e organizza un presidio autorizzato vs il palio delle Oche di  Lachiarella (Milano). Come sempre non permetteremo a tutti di partecipare e ricordiamo che  nostri “nemici” non sono Poliziotti o Carabinieri, sono e rimangono gli aguzzini.

Per anni abbiamo contestato il palio delle Oche di Lacchiarella, ci torniamo per un semplice motivo: l’anno scorso eravamo al corrente del blitz di alcuni impavidi e bravi Animalisti (riuscitissimo tra l’altro), quindi abbiamo lasciato l’iniziativa a loro. Purtroppo quei Militanti hanno ricevuto tutti il foglio di via e non potranno tornare il quel paese di trogloditi, ecco perchè ci sentiamo il dovere di tornare  a Lacchiarella, per le Oche e per rispetto nei confronti di quei coraggiosi Animalisti. 

A noi di Centopercentoanimalisti non è mai interessata la quantità, ma solo la qualità e il coraggio dei Militanti.  In tutta la sua storia Centopercentoanimalisti non ha mai conosciuto la parola “vittimismo”, da noi non si piange!

Queste le nostre rigorose regole.

ASTENERSI

  1. pupazzari, moralisti, pacifisti, suore e preti mancati
  2. persone isteriche e frustrate che si devono sfogare per la vita di merda che conducono
  3. morti di figa e viceversa, che usano le manifestazioni Animaliste per trovare l’anima gemella
  4. mangiacadaveri, sembra ovvio, ma così ovvio non è, meglio ricordarlo

VIETATO

  1. scattare foto o farsi selfie
  2. esporre cartelli ridicoli o striscioni degni dell’asilo nido
  3. indossare costumi di peluche, maschere o abiti carnevaleschi
  4. portare Animali al seguito, i cori dei Militanti e il megafono sono stressanti per i nostri amici pelosi
  5. incatenamenti e cagate simili
  6. portare fischietti o altri strumenti da sagra paesana
  7. ostentare simboli politici
  8. esporre lumini

ESIGIAMO

  1. Animalisti incazzati, basta ed avanza
  2. indossare abiti di color nero e ovviamente non di ostentazione anche se finti (pellicce per esempio)
  3. avvisare tramite mail della propria presenza, nessuno si potrà presentare al presidio senza aver mandato la suddetta richiesta, pena l’espulsione immediata. L’indirizzo mail lo trovate in questo sito nella pagina “contatti”