La pelliccia trionfa nelle moda di questo autunno-inverno. Hippie, bohémien, rock, è di nuovo alla ribalta questo capo spesso contestato. Noi di Style lo preferiamo senza dubbio in versione «ecologica»

L’autunno/inverno 2015-2016 vedrà il trionfo assoluto della pelliccia. Le silhouette sono diverse, ma la tendenza rimane sempre e solo una: declinata in versione maschile per marsine in pelle effetto cavallino, doppiopetto in astrakan o visone, overcoat dai toni hippie e giacche di shearling, la pelliccia è protagonista di un nuovo corso del guardaroba maschile.

Ricordate Il grande freddo, film di culto a uso nostalgico degli ultra quarantenni? Beh, oggi c’è un altro “grande freddo”, quello inventato dagli stilisti per proporre l’ultima tentazione narcisistica maschile. Seccato dalle incertezze esistenziali di questo millennio, l’uomo può consolarsi riscoprendo la pelliccia. Non è forse un rassicurante ritorno ai tepori primordiali della vita in caverna? Dunque pellicce di tutti i tipi: simulate, rasate, a pelo lungo, striate, lunghe alle ginocchia, o alle caviglie per chi ama esagerare, accessibili o a prezzi siderali. Non importa se con gli stravaganti fenomeni di climatizzazione gli inverni si sono accorciati e sotto il pelo si rischia l’effetto sauna: per il lusso si deve osare. Ed allora ecco, da una parte il look si ispira ai figli dei fiori Anni 70 e alle rockstar di quegli anni oppure al gentiluomo bohémien e blasè degli Anni 30, dall’altra all’esploratore antartico fino al comandante di esercito prussiano.

 Non ci rimane altro che buttare via smartphone e tablet, affidarsi al tam tam della propria tribù e usare senza scrupolo alcuno le spoglie mortali di montoni, visoni, lapin, volpi, lupi (preferibilmente ecologiche). Una rinnovata voglia di lusso che si esprime nell’impiego di queste pellicce pregiate, bellissime da vedere e da indossare, calde e cocoon ma che di certo saranno contestate da tutti gli animalisti.

Fonte: Style

 Bally DSquared2 Emporio Armani fendi Giorgio Armani givenchy Gucci Lanvin lanvinKIM moschino- paul smith roberto cavalli