Mercoledì 24 giugno un dozzina di militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI (cui si sono aggiunte altre persone) hanno attuato due presidi in relazione alla vicenda del rifugio per Cani e Gatti di Emma Bertolaso.

Come è noto, Emma è stata vittima di una montatura pre-elettorale del parlamentare Paolo Bernini, che, per farsi propaganda, ha organizzato un’incursione nel rifugio di Castelbaldo (Padova) definendolo “il gattile degli orrori” e ottenendo il sequestro degli Animali, portati poi a dubbie destinazioni, molti di loro sono morti in seguito al trauma o alla cialtroneria degli affidatari. Ma bernini se ne guarda bene a dirlo, preferisce montare video d’effetto per ingannare le persone in buona fede, organizzare conferenze stampa che nessun ha raccolto, segno della credibilità del soggetto.

Per fare questo, il Bernini si è appoggiato a una serie di individui di discutibile moralità, gente che specula sugli Animali facendosi pagare staffette, adozioni, stalli. I nostri militanti sono appunto andati a trovare due delle responsabili dell’infamia: sono le prime di una lunga serie, uno alla volta andranno a visitare tutti.

Il primo presidio presso il rifugio abusivo di Monica Reato, in località Ca Emo, Ca’ Tron in provincia di Rovigo, dove la stessa detiene decine di Cani senza aver nessuna autorizzazione né rispetto delle norme, ruggine da tutte le parti, tanto per citare un esempio. Vorremmo sapere da dove vengono i Cani e dove saranno destinati: trattandosi per lo più di Animali di grossa taglia, difficilmente adottabili, è inevitabile sorgano sospetti molto brutti. Lo abbiamo chiesto più volte alla Reato, che non ha risposto. Le è stato chiesto come fa a mantenere la sua struttura abusiva, dato che non ha un lavoro, anche in questo caso nessuna risposta.

Il secondo presidio ad Abano (Padova) in via Tiepolo, presso l’abitazione di Rosanna Gottardo, la stessa che ha aperto un canile abusivo a Casteldaccia (Palermo), del quale abbiamo già ampiamente parlato e documentato in questo sito con prove cartacee. La Gottardo tiene chiusi nella sua casa di via Tiepolo parecchi Cani, che non escono mai, probabilmente vivono tra le feci e l’ orina, solo ogni tanto si reca a portar loro da mangiare, queste sono testimonianze raccolte in loco da alcuni vicini di casa.

Anche nel suo caso, chiediamo che fine faranno questi Cani: sarebbe bene che chi di dovere approfondisse la questione. Il presidio è stato movimentato dall’intervento di due sospette figure femminili, una delle quali ha proditoriamente strappato lo striscione attaccato alla recinzione della Gottardo; l’altra ha offeso e minacciato i nostri militanti, approfittando di appartenere al sesso femminile. Una meridionale e una dell’Est Europa, e qui sorge un altro sospetto…

Questi sono stati solo i primi presidi della serie: nei prossimi giorni toccherà a tutti quelli che hanno avuto parte in questa sporca storia, non saranno le menzogne di un politico arrivista e il suo compare a fermare la nostra determinazione.

Un’ultima domanda a chi ragione ancora con la sua testa: come mai bernini ha improntato la sua conferenza stampa, dopo quasi un mese dai fatti, con video d’effetto, sul rifugio di Emma Bertolaso? Non ha fatto “decine” di interventi negli ultimi mesi? Perchè continuare a dipingere Emma come una aguzzina? Ma soprattutto, perchè organizzare una conferenza stampa il giorno prima della decisione dei giudici sul convalidare o meno il sequestro? Forse perchè grazie alla nostra determinazione abbiamo iniziato a scoperchiare qualcosa? Basta fare una ricerca su “Bernini microchip” per rendersi conto degli scoop  del soggetto, articoli di Repubblica, non di lercio o di blog anarcoidi. Tuttavia, ringraziamo Bernini per aver dichiarato apertamente che collabora con antonio colonna di eital, quindi non potrà più dire “non sapevo chi era colonna”, tenetevi pronti.

Rifugio abusivo di Ca Emo loc. Ca Tron (Rovigo)

Ca  Emo (1) Ca  Emo (2) Ca  Emo (3) Ca  Emo (5) Ca  Emo (6) Ca  Emo (7) Ca  Emo (8) Ca  Emo (9) Ca  Emo (10) Ca  Emo (11) Ca  Emo (12) Ca  Emo (13)

Monika Reato (1) Monika Reato (2)

Abano Terme 

Abano Terme (1) Abano Terme (8) Abano Terme (9) Abano Terme (10) Abano Terme (11) Abano Terme (12) Abano Terme (13) Abano Terme (14)