Contromano provoca scontro frontale. Morto imbianchino, conducente in cella

Ha percorso contromano e ad alta velocità un tratto della statale 195 fino a quando non si è scontrato contro un’auto che viaggiava in direzione opposta uccidendo il conducente e ferendo il passeggero. Per questo Enea Steri, 37 anni di San Giovanni Suergiu, è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo.

La vittima del suo folle gesto è Luigi Porcu, 65 anni, imbianchino di Iglesias, che guidava una Fiat 600; il ferito è suo fratello Mario, 67 anni, carrozziere, anch’egli di Iglesias.

L’incidente è avvenuto alle sei di stamani al chilometro 95,500 della statale, all’altezza del bivio per Tratalias. Steri era alla guida di un fuoristrada Opel Frontera e percorreva ad alta velocità un tratto a due corsie della statale. La vittima e il fratello viaggiavano a velocità normale sulla loro utilitaria a bordo della quale sembra stessero andando a caccia.

L’urto è stato violentissimo e Luigi Porcu è morto sul colpo. Il fratello è stato trasportato all’ospedale Sirai: sarebbe in gravi condizioni. L’intervento dei carabinieri è stato immediato e Steri è stato subito portato in caserma dove è stato accertato che la sua auto non era revisionata né assicurata e che la sua patente era scaduta. Inoltre l’uomo si è rifiutato di sottoporsi ai test per verificare se avesse assunto alcol o droga.
Tanto è bastato per arrestarlo e rinchiuderlo nel carcere di Uta.

Fonte: Unione Sarda