iena, 14 gennaio 2014 – Questa volta Panico lo ha creato davvero. Anche se quel suo soprannome non gli è riconosciuto ufficialmente (quello che gli fu assegnato per l’esordio in Piazza del Campo infatti nel 2005 è Lo Zedde) da questa mattina Virginio Zedde 38 anni, ha messo in fibrillazione il mondo del Palio di Siena. C’è anche lui tra i destinatari delle 14 ordinanze di custodia cautelare (9 in carcere e 5 ai domiciliari) che i carabinieri stanno eseguendo da questa mattina a Siena, ma anche in altre città toscane e campane.

Un’organizzazione criminale specializzata che univa l’attività di traffico di droga a quella di estorsione nei confronti di chi non riusciva, o tardava, a pagare la ‘fornitura’. E proprio tra loro c’è anche Virginio Zedde.
Figlio e fratello d’arte (il padre Antonio, detto Valente,  e il fratello Giuseppe, detto Gingillo, hanno vinto due Carriere ciascuno) è molto conosciuto nel mondo dei cavalli.

Pur avendo iniziato la sua attività nelle regolari, ben presto, infatti, è arrivato nell’universo dei Pali e delle corse a pelo. Nella sua carriera Viginio Zedde ha vinto due volte il Palio di Fucecchio (nel 2005 per Porta Bernarda e nel 2010 per San Pierino), una il Palio di Buti (2004, per la Contrada Ascenzione), una il Palio di Ferrara (nel 2007) per Rione Santo Spirito e una a Piancastagnaio nel 2011 per la Contrada Coro. Non ha mai vinto il Palio di Siena, ma vi ha preso parte in sei occasioni (l’ultima nel 2010 con il giubbetto del Bruco montando Elimia). Ha corso anche il Palio di Asti.

 

Fonte: La Nazione