In periodo pre-elettorale, si sa, molti politicanti diventano “animalisti”. Gli amanti degli Animali costituiscono un bacino di voti notevole. Salvini, per esempio, lancia appelli contro l’abbandono dei Cani, cosa giustissima. Poi però, appoggia le pretese dei cacciatori (il suo partito e quello di fratelli d’Italia sono i partiti che fanno eleggere ad ogni tornata elettorale decine di cacciatori), va a mangiare l’Orso, presenzia ad assemblee di associazioni di cacciatori e pescatori, esprimendo tutta la sua simpatia, come di recente nelle Marche…. non dimentichiamo che il gestore del “Papete”, tale Massimo Casanova, è stato eletto nelle fila della Lega ed è un cacciatore, tanto per citare un esempio. 

Un comportamento che potrebbe sembrare schizofrenico, se il nostro eroe non ci avesse già abituati a molte stranezze, come l’esibizione di rosari vangeli e simili. Tutto va bene pur di accaparrare qualche voto.

Ci sembrano più strani, invece, i sedicenti “animalisti” che continuano a votare per i partiti pro caccia elencati sopra. Anche chi semplicemente ama gli Animali e la natura, dovrebbe rifuggire da questi grossolani odiatori di ogni forma di vita, per i quali gli Animali… servono solo a riempire lo stomaco!