“Invitiamo tutte le associazioni di categoria preposte a intraprendere la nostra linea a difendere l’immagine del cacciatore. Oramai è di dominio pubblico che la nostra categoria “cacciatori” viene continuamente infangata, derisa, offesa e minacciata da animalisti violenti senza scrupoli.” Così in una nota il sindacato venatorio italiano.

Gente onesta, i cacciatori, con sani principi morali e con una fedina penale “immacolata”che praticano la loro passione nel pieno rispetto delle leggi e che nonostante tutto si ritrovano ogni giorno ad essere ingiuriati, minacciati, offesi e addirittura augurati la morte non solo per loro stessi ma anche per i loro figli.

Ebbene il Sindacato Venatorio Italiano dopo alcuni mesi di approfonditi lavori con relative notizie raccolte in merito non ci sta e ancora una volta interviene nel nome del presidente nazionale Mauro Panella per difendere tutti i cacciatori presentando denuncia querela contro questi cosiddetti animalisti. Invitiamo tutte le associazioni di categoria preposte a intraprendere la nostra linea a difendere l’immagine del cacciatore.”

Fonte: Ottopagine