Notizia dell’ultima ora: la Questura di Vicenza ha confermato l’autorizzazione al presidio di sabato 8 pomeriggio contro la fiera della morte, Hit Show.

Tutto il putiferio scatenato da onorevoli, assessori, associazioni venatorie, ignoti babbaloni etc., per impedirlo, non è servito a niente. Ha prevalso il giusto diritto, le autorità competenti non si sono lasciate condizionare dai vari Berlato, Caretta, Covolo, Formaggio e compari di merende.

Notare che l’anno scorso, in analoga occasione, abbiamo diffuso una locandina tipo epigrafe nella sostanza uguale a quella di quest’anno, senza che succedesse gran scandalo.

Ma quest’anno c’era il famoso discorso “dei vespasiani”, inserito apposta come provocazione, che ha suscitato le convulsioni dei cacciatori, i quali ci sono cascati con le scarpe e tutto il resto, dandoci una visibilità che non avremmo potuto sperare neanche pagando. Il che conferma quali siano l’intelligenza e la furbizia dei cacciatori.

Sabato 8 febbraio dalle ore 14 saremo davanti ai padiglioni della Fiera a Vicenza, per affermare che la caccia sono sadismo, distruzione e morte!