A Giovanni Battista Mestriner, sindaco di Scorzè (Venezia), piacciono molto le Nutrie. Non come Animali dolci, belli, innocui anzi utili quali sono, ma dal punto di vista gastronomico. Su fb racconta come si sia deliziato mangiando una Nutria, ospite di una famiglia di bifolchi locali che l’avevano ammazzata. Con buona pace di chi si scandalizza perché i Cinesi mangiano Cani e Gatti!

Noi pensiamo che tutti gli Animali siano uguali, in quanto esseri viventi e senzienti, e nessuno dovrebbe venir ucciso e mangiato. Non c’è differenza tra mangiare un Pollo, un Maiale o un Manzo, o mangiare un Panda o un Cane: è sempre sbagliato. Ma troviamo che non sia il caso di aggiungere nuove specie alle già troppe che vengono ogni giorno squartate e messe in vendita. Pensiamo che l’approccio di una persona civile verso un Animale dovrebbe essere diverso dal pensare a mangiarlo. Questo vale per le Nutrie come per qualsiasi altro Animale. Le Nutrie sono già perseguitate da anni con una campagna di odio basata su falsità ignoranza e disinformazione, dietro la quale ci sono sempre i cacciatori, bramosi di uccidere, non importa chi.

Nella notte tra il 28 febbraio e 1 marzo, Militanti di CENTOPERCENTOANIMALISTI per protestare contro l’ennesimo espisodio vergognoso, hanno tappezzato il municipio e alcune zone di Scorzè (Venezia) con manifesti eloquenti diretti al primo cittadino e i suoi amici.

Il manifesto

l’azione