CRONACA

06/03/2014

PAOLA ITALIANO

Aveva intascato soldi destinati alla difesa degli animali: l’ex presidente della Lida (Lega per i diritti degli animali) Giovanni Porta è stato condannato a Torino in primo grado a 1 anno e 11 mesi per malversazione ai danni dello Stato e appropriazione indebita. Porta era accusato di aver tenuto per sé circa 160 mila euro, in parte provenienti da fondi provinciali e in parte sottratto alle casse dell’associazione. Al processo si sono costituite parti civili la Provincia di Torino e la Lida stessa, che hanno ottenuto il diritto ad essere risarciti. L’accusa era sostenuta dal pm Francesco Saverio Pelosi.
Fonte: La Stampa