L’azione di CENTOPERCENTOANIMALISTI contro gli aguzzini di Animali si fa sempre più incisiva ed efficace. Di conseguenza, cacciatori, circensi, vivisettori, pellicciai etc. cercano in tutti i modi di  far tacere la voce di chi difende i nostri  fratelli di altre specie. In prima linea sono le associazioni venatorie, che  mettono a disposizione i loro legali per attaccarci.

E, purtroppo, a volta trovano singoli magistrati che – speriamo in buona fede assecondano le loro richieste. Così per un manifesto affisso  Rovigo il Presidente dell’Associazione ha subito una perquisizione, con relativo sequestro del computer personale, che non è ancora stato restituito dopo due anni.

Così, a seguito di una querela di parte per presunta diffamazione, alcuni mesi fa è stato sequestrato  il sito dell’Associazione e perquisita ancora una volta l’abitazione del nostro leader: misura inaudita, che non viene presa neppure nei confronti dei siti di pedofili o terroristi.

Molti attivisti hanno avuto querele di parte per aver espresso il loro pensiero, alla faccia di quanto garantisce la Costituzione della Repubblica.

Ultima della serie, il leader di Centopercentoanimalisti Paolo Mocavero e una decina  di militanti hanno ricevuto  l’avviso di una misura restrittiva  (foglio di via della durata di tre anni) riguardo il diritto di entrare nel territorio di Montichiari (Brescia), feudo di cacciatori e allevatori (ricordiamo solo Green Hill).

Si tratta di misure inaudite, immotivate, del tutto sproporzionate alla realtà dei fatti. I nostri militanti non sono terroristi, sono cittadini che democraticamente esprimono  la loro opinione a difesa degli Animali.

 

Ma questa persecuzione, lungi dal fermarci, rafforza la nostra volontà di lottare a difesa dei nostri Fratelli. E lo abbiamo  dimostrato, rafforzando la nostra  azione. Chi pensa di intimidirci  si illude. CENTOPERCENTOANIMALISTI  continua, con maggior determinazione, a difendere gli Animali di qualsiasi specie contro ogni specie di  sfruttamento e crudeltà.

 

La repressione  fa solo aumentare la nostra volontà di lotta.