Enrico Rizzi può essere simpatico o antipatico, dipende dai punti di vista, rimane che fa parlare bene o male dei problemi degli Animali e li porta alla ribalta, soprattutto ci mette sempre la faccia.

Di recente ha ricevuto l’obbligo di firma presso la caserma dei carabinieri della sua città, il che vuol dire che di fatto sarà esiliato a Trapani per lungo tempo, salvo una revoca del procedimento.

Non rientriamo nel merito nella decisione, non l’abbiamo mai fatto quando è capitato ai nostri Militanti, non lo faremo di sicuro adesso, tuttavia, noi di Centopercentoanimalisti esprimiamo massima solidarietà ad Enrico Rizzi.

Agli animalari che stanno esultando per la notizia (non cacciatori di merda o aguzzini in generale, quelli sono e rimangono merde), ricordiamo che per ricevere fogli di via, denunce, restrizioni o altro ancora, bisogna metterci sempre la faccia, avere gli attributi, chi non riceve mai nulla, vuol dire che non mai fatto un cazzo di determinato.