18 luglio 2019 –

TRENTO. “Faccio il tifo per l’orso, che è più intelligente di Di Maio”, e ancora: “Il presidente del Trentino? Un coglione totale”. Vittorio Feltri, direttore editoriale di Libero, senza freni quest’oggi a La Zanzara su Radio 24. A tener banco e ancora M49-Papillon l’orso Trentino catturato e poi fuggito dal Casteller ad inizio settimana.

Feltri ne ha per tutti, anche per i cacciatori che secondo il direttore di Libero “Hanno problemi mentali, dovrebbero andare da uno psichiatra a farsi curare. Sono disturbati”. Ma non si ferma qui. Sempre riferendosi ai cacciatori, dai microfoni de La Zanzara continua: “Invece di svegliarsi la mattina e sparare agli uccelli, si sparino nei coglioni

Feltri difende l’orso in fuga. “E’ più intelligente degli uomini che lo perseguono. Non c’è dubbio. Uno che riesce a fuggire da una gabbia alta quattro metri non può essere stupido come un umano. Ma perché deve sparargli, cosa ti fa l’orso? L’orso non ti fa niente. Agli uomini gli orsi non fanno niente. Se tu vai a rompergli i coglioni, loro ti spaccano la testa e fanno anche bene. Chiamate Del Turco che convive con gli orsi in Abruzzo. Così vi spiega come stanno gli orsi in Abruzzo, nessuno gli fa un cazzo, gli danno tutti da mangiare, convivono pacificamente. Ma gli orsi sono bestie molto tenere, molto buone”.

Per il direttore di Libero chi dipinge gli orsi come degli animali aggressivi e assassini dice il falso. Attacca poi anche Fugatti: “Questo governatore del Trentino è un coglione totale. Cioè, se vuole abbattere un orso è un coglione. Non capisco il motivo per il quale deve abbattere l’orso solo perché è più intelligente di luiUn animale come l’orso che riesce a superare una barriera alta quattro metri, si vede che ha un’intelligenza superiore alla media, compreso il sottoscritto. E’ sicuramente più intelligente di Di Maio”.

Ieri sempre alla Zanzara Rocco Siffredi aveva detto che chi spara all’orso è un impotente ed un potenziale serial killer. Feltri continua: “Mi stupisco ci siano persone che si divertono ad abbattere degli uccelli, delle lepri ed altri animali così, per il piacere di stecchirli e di portarli a casa a farli vedere alla moglie che dev’essere una cretina se apprezza. Secondo me i cacciatori hanno più di un problema, hanno un problema mentale. Andrebbero sottoposti a perizie psichiatriche e a terapie psichiatriche. Sono disturbati, ma è evidente che sono disturbati”.

Fonte: Il Dolomiti