Mettetevi comodi sulla sedia o poltroncina e leggete attentamente anche le virgole, ne varrà la pena, sto per raccontarvi l’ennesimo abuso compiuto dal cartello di antonio colonna di eital, una fantomatica associazione specializzata soprattutto nei sequestri di Cani di razza per poterli rivendere agli amici degli amici.

Il colon si mantiene così, ma c’è di più, quando fa i sequestri non paga chi fa lo stallo degli Animali sequestrati, quindi può contare sulla importatrice di cani del Sud, rosanna gottardo (gestisce un canile abusivo in Sicilia), monica reato (gestisce un canile abusivo in provincia di Rovigo) e tale paolo crivellari di Abano Terme, quest’ultimo, tanto per non essere da meno, gestisce anche lui un rifugio di Animali abusivo e predilige le staffette e l’affido di Cani da caccia. State ancora leggendo? Ottimo, dopo capirete chi è il quinto soggetto che non ho ancora nominato, cosa fa e cosa gestisce, ma soprattutto cosa c’entra con antonio colonna.

Ieri mattina i carabinieri di Castelbaldo (Padova) con il maresciallo carrido in prima fila, si sono nuovamente recati presso il rifugio di Emma Bertolaso ed hanno messo i sigilli alla struttura. Questa volta non per maltrattamento di Animali, ma perchè il rifugio non era in regola, non provvisto dell’autorizzazione del Sindaco del paese. Se devo dire la mia, l’operazione la condivido, non fraintendetemi vi prego, ritengo che ogni Rifugio per poter esercitare debba essere in regola. Quello di Emma, purtroppo, non aveva le autorizzazioni come non hanno le autorizzazioni i soggetti del cartello di colon sopracitati.

Procediamo.

Dopo il sequestro di due anni fa compiuto dal marpione antonio colonna di eital (un nome una garanzia) richiamai Emma invitandola a non prendere più Animali fino a quando non si fosse messa in regola con il suo Rifugio. Non mi ascoltò e quella di ieri è la tragica conseguenza. Nel verbale dei carabineri di Castelbaldo, risulta un sequestro preventivo della struttura per la mancanza dei permessi e un’indagine per maltrattamento tutta da verificare che finirà come la precedente: archiviata! Ma colonna e i suoi compari non lo dicono. 

Il mitico antonio colonna non vedeva l’ora di poter lanciare in rete lo scoop del secolo, ma questa volta ha esagerato e mentito più del solito! Dato che non aveva Cani da esibire per legittimare il maltrattamento, ha pubblicato questa foto di un Cane zoppo infarcita dalle solite bugie, facendolo passare per uno dei cani “maltrattati” sequestrati ad Emma nel pomeriggio (osservate la zampa).

fsgfgfs

Chi è il cane della foto? Si chiama Rocco, anzi, si chiamava, dato che Rocco è morto nel luglio scorso. Era di proprietà di un cacciatore che lo aveva abbandonato dopo averlo ferito alla zampa (l’avete osservata bene?).  Emma lo ha prima accolto e dopo ceduto 3 (TRE) anni fa ai volontari alla Lega del Cane che l’hanno amato fino alla fine dei suoi giorni. Ma antonio colonna l’ha fatto resuscitare a quanto pare. Vergogna! Vergogna! Vergogna! 

fedsedsefswedafsaDF

Avete capito che soggetto infame è antonio colonna di eital? Ora magari cambierà versione, ma il fenomeno è già ben sputtanato dato che lo screen e  la “stampata” sono stati  fatti in tempo reale. Chi mi conosce però, sa che io amo affondare la lama con gli infami bugiardi, quindi andiamo avanti.

Premesso che antonio colonna non è nemmeno vegetariano, premesso che si professa “animalista”, secondo voi da “animalista” a chi poteva affidare i Cani sequestrati? Ad un canile gestito da un cacciatore! Incredibile vero? Il soggetto si chiama Claudio Balugani e gestisce un rifugio a Correggio (RE) molto “famoso” tra i volontari locali che nella struttura non possono mai entrare, fate un ricerca su questo canile. Posto un po’ di foto del signore in questione collaboratore stretto del colonna, prese dalla sua bacheca PUBBLICA (ho stampato tutto per provarlo in futuro, non si sa mai).

703528_296907933761677_637716343_o 332140_116786338440505_1189005269_o Claudio Balugani

Capite perchè ci sono palesi connessioni con la passione dei Cani da caccia del crivellari, gestore di un rifugio abusivo ad Abano Terme? A proposito, paoletto, la prossima settimana organizzeremo un presidio davanti alla tua struttura ABUSIVA, ringrazia la gottardo che mi ha ricordato che sei fuori regola, mi sembra giusto che l’ASL veterinaria locale così solerte con Emma, lo sia anche con te, che dici?

I poveri cani di Emma sono stati trasportati di notte nella struttura del cacciatore. Il colonna racconta a chi gli crede ancora, che mi ha denunciato da tempo, peccato che delle sue querele nemmeno l’ombra. 

Dimenticavo, sembra che Paolo Bernini lo abbia finalmente scaricato (meglio tardi che mai), tuttavia, il pentastellato faccia un comunicato ufficiale, solo così potrà riprendersi la credibilità che ha perso collaborando con quel soggetto.

Per la cronaca i Cani e Gatti sequestrati due anni fa ad Emma Bertolaso sono quasi tutti morti, i più fortunati sono finiti nelle mani  dei validi e onesti volontari del canile di Rubano di Padova. Ci sarebbe un altro nome, andrea venerando, ma questa è un’altra storia che vi racconterò più avanti, dato che una parte dei gatti verrà nuovamente affidata a questo fenomeno, che ha mandato a morire  sotto le ruote delle auto i Gatti del precedente sequestro. 

 

Paolo Mocavero

Responsabile Movimento Centopercentoanimalisti