29 ottobre 2014 – Germania, italiano fermato a dogana: nella valigia aveva 200 uccellini morti

Duecento uccelli morti avvolti in buste di plastica. È quanto hanno trovato gli agenti doganali dell’aeroporto di Monaco di Baviera quando hanno aperto la valigia di un italiano di 65 anni. «Sono un cacciatore, li ho uccisi in Romania e li sto portando a casa per mangiarli», si è giustificato l’uomo. «Non ci capitava un caso simile da anni, dal 2006 quando un altro cacciatore cercò di far passare 2mila uccelli morti», ha detto un funzionario della dogana tedesca.

Animali protetti
Gli animali sono stati sequestrati e il 65enne rischia ora una multa di mille euro. Nella busta di plastica che stava riportando in Italia c’erano due specie di uccello protetti in Europa: le pispole, di cui è vietata la caccia dal 1984, e allodole la cui caccia è vietata in molte regioni italiane.

Fonte: il Corriere della sera