Varese, 11 gennaio 2016 – Un 68enne di Gallarate (Varese) é stato arrestato per cattura illecita e uccisione di animali. Catturava uccellini anche di specie protetta utilizzando trappole con serratura a scatto e reti e poi li teneva in gabbia in giardino presumibilmente per rivenderli con la complicità della moglie, denunciata a piede libero in concorso. I carabinieri di Gallarate sono risaliti alla coppia di pensionati e hanno ricostruito la loro attività all’interno di una villetta a Cassano Magnago (Varese). Nel giardino di casa avevano costruito una struttura per tenere gli uccellini catturati con delle gabbie-trappola (denominate in gergo battirole) e reti per uccellagione. In alcuni casi, nello scattare della serratura gli uccellini rimanevano schiacciati.

L’altro pomeriggio, quando i carabinieri sono arrivati, il 68enne stava riordinando le trappole. Dal suo terreno sono state sequestrate 12 gabbie, 16 reti per uccellagione e 5 uccellini morti (dei quali tre imbalsamati). Altri 40 vivi sono stati rimessi in libertà dopo i controlli dal veterinario dell’Asl di Gallarate. Nel terreno del pensionato i militari hanno sequestrato anche armi da fuoco illecitamente detenute. Arrestato, il proprietario di casa é stato accompagnato nella Casa Circondariale di Busto Arsizio (Varese). 
Fonte: quotidiano.net