Olbia, 7 ottobre 2014  – Hanno catturato e ucciso un piccolo delfino mascotte di Golfo Aranci per farne mosciame, carne salata e essicata. L’animale, appena un metro e settanta centimetri di lunghezza, è stato trovato da alcuni bagnanti ‘sfilettato’ sulla spiaggia dei ‘Baracconi’ sulla costa alla periferia della nota località turistica gallurese. Nessuno può confermare l’ipotesi dell’uccisione ma è quella che appare più verosimile.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della guardia costiera che hanno segnalato il rinvenimento al ministero mentre i veterinari dell’Area marina protetta di Tavolara oggi effettueranno l’esame sulla carcassa. Secondo alcuni abitanti del luogo si tratterebbe del delfino ‘Goccia’, conosciuto a Golfo Aranci perché si sarebbe fatto avvicinare più volte dall’uomo, altri invece negano che si tratti della mascotte della cittadina. Di fatto, dai primi esami, è stato possibile accertare che il povero delfino sia stato catturato con le reti. Poi, probabilmente, è stato issato a bordo di qualche peschereccio, ucciso e sfilettato per ‘confezionare’ il mosciame. Dalla guardia costiera fanno sapere che – per quanto potuto accertare – non si tratta peraltro di un’usanza del posto. E’ quindi possibile che l’operazione sia stata effettuata da pescatori di altre regioni che poi hanno abbandonato la carcassa in mare.

 

Fonte: quotidiano net