Era uscito in cerca di lumache, attrezzato con gambali, torce e cestino in cui aveva già raccolto un buon numero di chiocciole. Si trovava in una zona tra i campi, poco lontano da casa, dove passa solo la linea ferroviaria, ed è stato travolto e ucciso da un treno di passaggio al confine tra Palazzolo e Castelli Calepio.
Vittima un 44enne di Cividino, frazione di Castelli Calepio (Bg), morto a poche centinaia di metri dal confine con Palazzolo. E proprio da Palazzolo era appena ripartito il convoglio diretto a Grumello del Monte: complici il buio e la pioggia, il macchinista ha visto solo all’ultimo quell’uomo vicino alle rotaie. Ha frenato ma l’impatto è stato inevitabile. Per il 44enne, sposato, non c’è stato nulla da fare.
Fonte: il giornale di Brescia