Era stata abbandonata, non si sa da chi,  nei pressi della centrale elettrica di Fusina (Venezia). E’ una Maialina thailandese, affettuosissima. Per fortuna il personale di guardia (Civis) coadiuvati dalla guardia Franco Scarpa e alcuni lavoratori dell’impianto l’hanno “ospitata”, dandole da mangiare, per oltre un mese. 

Purtroppo la maialina non poteva più stare nella struttura, giovedì scorso una volontaria locale ha contattato Centopercentoanimalisti, che si sono mobilitati subito ed è partito il tam tam di 
ricerca per trovarle una sistemazione. Cosa non facile, non è un Gattino o un Cane, ma un Animale di notevoli dimensioni e con esigenze particolari.

Sabato mattina 18 maggio, due volontari di Centopercentoanimalisti, un attivista dell’Oipa di Venezia guidati dal “tutore” Franco Scarpa, di Carletta (questo è il nome che le hanno dato i lavoratori dell’enel di Fusina) dopo circa due ore di coccole sono riusciti a catturare la furbissima maialina, la quale è stata successivamente trasferita nell’oasi di un attivista della LAC di Padova (Paolo) ad Abano Terme.

Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla felice soluzione, in particolare la Guardia giurata Franco Scarpa, l’attivista Andrea dell’Oipa di Venezia , Francesca volontaria locale e Paolo della LAC di Padova.