Cani da caccia e corso cinofilo in Trentino – la nostra risposta alla sin.ra Conci

La segretaria dell’ENCI, sig.ra Conci, cerca di rispondere alle nostre critiche sul corso “cinofilo” da loro organizzato. Lo fa dandoci degli ignoranti. Prima di tutto nega il coinvolgimento dei cacciatori nell’evento. Il corso è ampiamente pubblicizzato nella pagina web dell’Associazione Cacciatori Trentini, e in un modo che fa pensare siano tra gli organizzatori.

Sulla paternità dell’evento mettetevi d’accordo tra voi, e poi chiarite. Quel che è peggio, la sig.ra Conci fa confusione tra “specie” e “razza”, mentre noi ignoranti abbiamo ben chiara la distinzione: la specie è una sola, Canis Familiaris, o Cane. Le razze sono manipolazioni create dall’uomo, attraverso incroci spesso assurdi e selezioni, per rispondere alle esigenze degli umani. Non certo del Cane! E la clinica del dott.Majolino rientra perfettamente in questa casistica. Non lavora per il benessere animale, ma per il mercato.

Negli allevamenti poi le femmine vengono ingravidate artificialmente e costrette a numerosi parti, e questo non certo per il benessere dei Cani. Confermiamo quindi la nostra opinione su questa manifestazione che, non a caso, avviene in una regione che rispetto per gli Animali ne mostra ben poco.

Leggi Anche

concorso vs la superstizione del Gatto nero

Istituzioni, commissione biblioteca e docenti hanno sposato la proposta degli animalisti per sensibilizzare contro le …