Alla faccia di chi dice che l’esperienza coronavirus renderà migliore la gente, ieri in pieno centro di Como (siamo al Nord!) intorno alle 17 un povero Cane è stato bastonato a ombrellate e preso a calci da un gruppo di bastardi ubriachi.

Una testimone occasionale ha telefonato ai carabinieri e anche fermato un’auto della polizia di passaggio, ma nessuno è intervenuto. La zona è particolarmente malfamata, e frequentata da gente di ogni risma, ma a quanto pare non c’è nessuna sorveglianza.

I bastardi autori di queste barbarie vanno identificati e puniti, ma soprattutto il cane deve essere subito sequestrato, dato questi infami, a quanto emerge, lo usano per chiedere l’elemosina . Ci auguriamo che siano state avviate indagini in questo senso, anche consultando le riprese del videocontrollo. Sarebbe molto grave che il fatto venisse lasciato cadere, perché “è solo un Cane”.

Appena tornerà la possibilità di muoversi, nostri militanti, supportati dai ragazzi della Sinergia Animalista del Fonte Animalista, faranno ronde in zona. E se nel frattempo la situazione non sarà risolta con la “legge” che puntualmente non viene mai applicata, le nostre non saranno dichiarazioni d’amore…